Ciao mondo!!

Welcome to WordPress.com. This is your first post. Edit or delete it and start blogging!

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

Gift and courses

Mary belongs to the words of a song.
I try to be strong for her, try not to be wrong for her.
But she will not wait for me anymore, anymore.
Why did I say all those things before I was sure?

(She is the one), but I have a purpose,
(She is the one), and I have to fight this,
(she is the one), the villain I can’t knock down.

I see your face with every punch I take,
and every bone I break, it’s all for you.
And my worst pains are words I cannot say,
still I will always fight on for you.

Mary’s alive in the bright New York sky,
the city lights shine for her, above them I cry for her.
Everything’s small on the ground below, down below.
What if I fall, then where would I go, would she know?

(She is the one), all that I wanted,
(she is the one), and I will be haunted,
(she is the one), this gift is my curse for now.

I see your face with every punch I take,
and every bone I break, it’s all for you.
And my worst pains are words I cannot say.
Still I will always fight on for you.

 

I see your face with every punch I take,
and every bone I break, it’s all for you.
And my worst pains are words I cannot say.
Still I will always fight on for you.
Fight on for you…
Fight on for you…

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Carry you home

Trouble is her only friend and he’s back again
Makes her body older than it really is
And she says it’s high time she went away
No ones got much to say in this town
Trouble is the only way is down, down, down

As strong as you were
Tender you go
I’m watching you breathing
For the last time
A song for your heart
But when it is quiet
I know what it means
And I’ll carry you home
I’ll carry you home

If she had wings she would fly away
And another day god will give her some
Trouble is the only way is down,down,down

As strong as you were
Tender you go
I’m watching you breathing for the last time
A song for your heart
But when it is quiet
I know what it means
I’ll carry you home
I’ll carry you home

And they’re all born pretty
in New York City tonight
and someones little girl
was taken from the world tonight
under the Stars and Stripes

As strong as you were
Tender you go
I’m watching you breathing for the last time
A song for your heart
But when it is quiet
I know what it means
And I’ll carry you home

As strong as you were
Tender you go
I’m watching you breathing for the last time
A song for your heart
But when it is quiet
I know what it means
And I’ll carry you home

I’ll carry you home

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

La storia a Campobasso

So hard to stay, so hard to leave it……….
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

La lettera che non scriverò mai

Oggi sono passati esattamente 9 mesi dalla fine del nostro rapporto. Nove mesi in cui ne sono successe di tutti i colori, in cui ne è passata di acqua sotto i ponti…ma il tuo ricordo è fermo lì, non mi abbandona mai. Superfluo, per me, dire quanto mi manchi tu e, insieme a te, tanti piccoli aspetti della nostra quotidianità, che solamente noi potevamo capire: modi di dire, facce buffe, nomignoli (che se li avessero saputi all’esterno ci avrebbero presi per matti..).

Mi ha colpito l’anatema di qualche ragazza del mio passato che, forse in preda al livore, mi predisse sarei passato da una donna all’altra con poco piacere e molto dolore (frase mutuata da qualche Dylan Dog credo..). E’ quello che sta succedendo dopo di te purtroppo..

Mai avrei pensato di poterti lasciare senza una litigata, senza una scenata, senza nemmeno alzare la voce…mai avrei pensato che non mi avresti cercato più, dopo più di un anno insieme..

Eppure….eppure sono qui a pensarti quotidianamente, in un mondo che non mi piace, eri davvero l’unico raggio di sole e purezza che potessi intravedere. Potrei avercela con te per mille e uno motivi, ma la tua specialità (per me) si rivela anche in questo: altre ragazze le avrei fatte pentire di avermi conosciuto (sai come sono vendicativo, che non dimentico mai)..e invece per te? Per te niente, ho lasciato passare..forse avrei dovuto comportarmi come in tutte le coppie, banalmente, con scenate, perseguitandoti, facendo cose astruse…boh? Il punto è che è finita, e indietro non credo si ritornerà, almeno credo. Vorrei che vedessi in quante cose sono diventato diverso in così poco tempo, quante cose ho capito di dover affrontare diversamente..come sono cresciuto in fretta. I miei amici, anche quelli che tu ritenevi i più coglioni, mi spingono da tempo verso di te, ma ormai ho anche saputo che ti sei rifidanzata..Non importa con chi, non m’importa da quanto, aggiungerebbe solo un po’ di veleno, e non è quello che voglio per nessuno. Per me rimarrai sempre la ragazza con il cappellino di Playboy nella foto, bellissima, dolce, furba e solare, e di tutto il resto poco importa.

Perché scrivo tutto questo poi? So che non lo leggerai mai, visto che oramai il mio nome, il mio space sono banditi per te….Non lo so, ma sentivo il bisogno di far uscire questa cosa da qualche parte…ed ora l’ho fatto, magari mi aiuterà a chiudere questa pagina una volta per tutte.

Sappi soltanto una cosa però, per quanto tu possa crederci o no: ti sei presa un pezzo di cuore, e sarà tuo per sempre.

Francesco

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

Leave out all the rest

I dreamed I was missing, you were so scared
But no one would listen, ‘cause no one else cared
After my dreaming, I woke with this fear
What am I leaving when I’m done here?

So if you’re asking me, I want you to know

When my time comes, forget the wrong that I’ve done
Help me leave behind some reasons to be missed
Don’t resent me, and when you’re feeling empty
Keep me in your memory, leave out all the rest

Leave out all the rest, don’t be afraid
I’ve taken my beating, I’ve shared what I made
I’m strong on the surface, not all the way through
I’ve never been perfect, but neither have you

So if you’re asking me, I want you to know

When my time comes, forget the wrong that I’ve done
Help me leave behind some reasons to be missed
Don’t resent me, and when you’re feeling empty
Keep me in your memory, leave out all the rest
Leave out all the rest

Forgetting all the hurt inside you’ve learned to hide so well
Pretending someone else can come and save me from myself
I can’t be who you are

When my time comes, forget the wrong that I’ve done
Help me leave behind some reasons to be missed
Don’t resent me, and when you’re feeling empty
Keep me in your memory, leave out all the rest
Leave out all the rest

Forgetting all the hurt inside you’ve learned to hide so well
Pretending someone else can come and save me from myself
I can’t be who you are

I can’t be who you are

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

SEI CAMPOBASSANO-MOLISANO SE…….

Sei molisano se sei stanco di spiegare a tutti che non sei abruzzese, campano, pugliese

Sei molisano se per te ‘pigliarsi pelle’ non è un’espressione sporcacciona, anzi!
Sei molisano se ‘non te ne tiene’
Sei molisano se sai cosa sono il ruoto e il tiretto
Sei molisano se invochi con partecipazione la Maiella
Sei molisano se riesci a tradurre la frase:’Tà jlà là mò tu?’
sei molisano se.. u’ meglj’ pesc’ è sembr’ u’ puorc’
sei molisano se ‘ ammegli’e ammegli’e all’ann’ che vè’
sei molisano se…la meglia nzogna z la pijia la tiella
Sei molisano se ‘Cioè uagliù palamaella, un gazzo di cerriglio!!!’
sei molisano se ‘ruggi sul griggiore, ruggi sul serio’
Sei molisano se, quando decidi di fare una serata soft, ti limiti a 3 birre, 2 cicchetti e un paio di amari…
Sei molisano se in trattoria, quando ordini il primo, ti portano sempre il cucchiaio
Sei molisano se tutto quello che mangi a tavola è una scusa banale per bere
Sei molisano se al supermercato non riconosci le costolette di maiale (come è scritto sulla confezione) perchè tu le identifichi come ‘tracchiulelle’
sei molisano se per te la pampanella non è una piccola pampa argentina
Sei molisano se hai mangiato almeno una volta la ‘ciabbotta’
sei molisano se conosci la bontà delle pere ‘rsciole
Sei molisano se hai almeno un parente emigrato
Sei molisano se in un giorno puoi andare da una parte all’altra della tua regione, e viceversa
Sei molisano se ‘ho bevuto un po” lo dici solo dopo il primo litro
Sei molisano se formaggio=caciocavallo e carne=agnello
Sei molisano se i cavatelli non sono gnocchi
Sei molisano se i crioli non sono spaghetti alla chitarra
Sei molisano (vero…) se credi che Termoli non esista
Sei molisano se per te l’inverno dura dieci mesi
Sei molisano se a scuola spesso indossavi due maglioni insieme
Sei molisano se sai guidare il motorino con la neve
Sei molisano se abiti a via Cavour e il giorno di Corpus Domini esci comunque con la macchina
Sei molisano se a pasqua le scuole sono chiuse per la neve
Sei molisano se la neve non è un fenomeno meteorologico, ma uno stato d’animo
Sei molisano se, pur stando al mare tre mesi, sei sempre più bianco di un non molisano
Sei molisano se in trattoria la bottiglia del limoncello te la lasciano direttamente a tavola
Sei molisano se conosci la Stappj, la Pejo, Cefalo, non sai cosa sia la Sprite
Sei molisano se, con molti sforzi, puoi ancora pagare dieci euro per una cena
Sei molisano se usi il tartufo anche come deodorante. Soprattutto come deodorante
sei molisano se sai di avere 7 minuti di autostrada,
sei molisano se hai votato Di Pietro,
sei molisano se dici danghiu come Biscardi,
sei molisano se per 5 anni di liceo hai sempre occupato,
sei molisano se hai visto almeno un ponte rotto,
sei molisano se sai che tutte le strade rotte portano a cb,
sei molisano se prendi la freccia del biferno,
sei molisano se esci dalla finestra quando nevica,
sei molisano se dici waglio’ mo t rall proprio,
sei molisano se sai che la pizza di Palazzo è la più buona del mondo,
sei molisano se ti bevi il vov caldo a campitello,
sei molisano se sai di aver fatto un’impresa a guidare per la bifernina,
sei molisano se ti senti denuclearizzato dentro,
sei molisano se sai che impresa hai compiuto ad andare per 5 anni in una scuola che poteva crollare da un momento all’altro,
sei molisano se u’ cuppìn, la mappìna e u’ leccamùss’ li usi per ‘mazziàre’ e non in cucina.
sei molisano se a Cercemaggiore ‘p’lèja’ uòje, cràje, p’scràje, p’scrìje, p’scruòtt’l, ciciuòtt’l e maruòtt’l.
sei molisano se sai giocare a mazz’ e pìuze e mazz’ e panèll’ fann’ l’ figl’ bbèll.
sei molisano se a ferragosto vai a mangiare l’ grandìgn’ alla Fot’ e d’estate vai con la famiglia sott’ ‘u pont’ e Tèrmul’ a mangiare capunàt’, sagna e p’paruòl frìtt.
sei molisano se scànsat’ fr’ssòra ca’ m’ tign’….quann’ si brùtt’ lèv’t.
sei molisano se almeno una volta nella vita hai sognato di andare sui Misteri.
sei molisano se per te la pizza non è solo quella napoletana ma esistono anche: pizz’ e m’nèstr’, pizza ‘mbuttìta, pizz’ e patàn’.
sei molisano se in gita ci vai solo con pane e frittata, 
sei molisano se ‘t’allìsc’ ‘u pìl”’non lo dice la parrucchiera.
sei molisano se massèra c’ stànn’ le giostre a Sangiuannièll. 
sei molisano se ‘ Va’ a fa’ pìr’t a chi ‘n’tè cùl’ , ca’ chi ‘u tè tu ar’fà’
sei molisano se conosci il ‘Teco vorrei’ come un inno nazionale,
sei molisano se capisci ‘tunzella tunzella… vietenne vietenne…’,
sei molisano se ‘i monti’ è il centro storico di Campobasso
sei molisano se conosci almeno una canzone di ‘Gino & Gina’,
sei molisano se almeno una volta hai pregato il Signore e tutti i Santi perchè facesse almeno 1 metro di neve,
sei molisano se la mattina guardavi Telemolise che dava la lista delle scuole chiuse per neve,
sei molisano se mangi ‘turcinielli e abbuoti’ non pensando agli ingredienti,
sei molisano se hai mangiato almeno una volta la caponata e le friselle.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento